Odemà

A tua immagine

Regia Enrico Ballardini, Giulia D'Imperio, Davide Gorla

Da quella fucina di giovani talenti e originali visione artistiche che è il Premio Scenario, probabilmente il concorso più importante in Italia dedicato alla scena emergente, è emerso questo lavoro. E' una riflessione sulla religione e sul nostro rapporto con essa. In scena tre strani personaggi che disegnano un quadro familiare terribile: quello di Lui, di Dio e di suo figlio Gesù, a cui si aggiunge un povero diavolo. Il diavolo parla di un Dio pessimo, ambizioso e insensibile più di chiunque altro alla pena ed al dolore. Unico scopo, dominare sulle genti. Un progetto che si porta dietro la più orrenda, interminabile scia di morte, soprusi e nefandezze che la storia ricordi e che è ancora miracolosamente in vita oggi. Progetto fin troppo umano e materiale per essere “volontà divina”. "Il fortissimo disagio del personaggio è anche il nostro e probabilmente di molti, nei confronti di una cultura che da millenni ci opprime facendo leva su un assurdo ricatto morale. Disagio che ci porta a lanciare questa provocazione, per niente velata dati gli argomenti in questione, anche se l’intento, più che sollevar polemiche dovute alle parole grosse, è un invito ad una riflessione intima."

"Un inedito e scatenato terzetto di personaggi e di attori invade la scena all'interno di una drammaturgia visionaria, in cui gli uomini interrogano la propria storia, il retaggio delle culture irrigidite, le mistificazioni operate sul nome e in nome di Dio […] Una messa in scena leggera e profonda, dove una ricerca d'attore, che evoca i linguaggi del cabaret e del pastiche comico, incontra un livello di pensiero complesso e inusuale raccogliendo e rilanciando suggestioni da Goethe, Saramago e Pessoa per approdare a un'ipotesi inedita." Motivazione della Giuria del Premio Scenario
 

con Enrico Ballardini - Giula D'imperio - Davide Gorla
drammaturgiaDavide Gorla
musicheEnrico Ballardini
luciMonica Gorla - Francesco Collinelli